Disagi risalenti a momenti particolari della vita

IL LUTTO

Il lutto è quella sensazione di dolore che si manifesta quando perdiamo qualcosa o qualcuno vicino a noi. La morte e la perdita sono una parte inevitabile della vita: vissuti di shock, torpore, rabbia e tristezza fanno parte del normale processo di sofferenza. Tuttavia, se trascurate e non trattate, tali perdite possono lasciare cicatrici emotive che nel tempo possono procurare difficoltà più o meno grandi, arrivando anche a problemi di salute mentale.

Ci sono momenti della vita di ognuno in cui è inevitabile affrontare l'angoscia per la perdita di qualcuno o qualcosa di importante. Possono manifestarsi emozioni e sensazioni di dolore come senso di shock, torpore emotivo, rabbia, senso di colpa e rimpianti. Puoi sentirti depresso, esausto e rallentato. Il dolore per la perdita può sembrarti insormontabile e puoi arrivare a pensare che nulla potrà mai permetterti di superare il dolore. Solitamente ognuno ha i propri metodi per affrontare il lutto e il dolore, mentre per coloro che non sono in grado di elaborare queste emozioni difficili, tali perdite possono generare problematiche e difficoltà emotive anche a lungo termine.

IL TRAUMA

La parola trauma deriva dal greco e letteralmente significa "ferita". Con questo termine, quindi, si fa riferimento ad esperienze particolarmente sconvolgenti e spiacevoli.

Può trattarsi di situazioni nelle quali è stata messa in pericolo la vita della persona o di persone a lei molto vicine, come può avvenire, ad esempio, nei casi di catastrofi naturali, incidenti molto gravi, tentati omicidi. In altri casi, invece, si tratta di circostante nelle quali non c'è pericolo di vita, ma si produce comunque un danno fisico e/o psicologico molto grave, come ad esempio nei casi di violenza fisica, psicologica o sessuale.

A seguito di un trauma, è possibile che la persona sviluppi il Disturbo Post-Traumatico da Stress, che si manifesta quando persistono, per più di un mese, i seguenti sintomi:

  • tendenza a rivivere costantemente il trauma, ad esempio attraverso sogni e ricordi ricorrenti ed intrusivi e manifestazione di un forte stress se la persona è esposta ad elementi che ricordano l'evento traumatico

  • evitamento di ricordi, sensazioni, pensieri, attività e tutto ciò che può essere associato al trauma, tendenza al distacco nei confronti degli altri

  • aumento dell'attivazione generale, ad esempio attraverso l'aumento dell'irritabilità, iper-vigilanza, difficoltà ad addormentarsi e a concentrarsi.

  •  La consulenza psicologica può aiutare la persona ad elaborare l'evento e le emozioni ad esso associate, soprattutto quelle legate alla rabbia, alla paura verso gli altri ed ai sensi di colpa che possono risultare particolarmente invalidanti. Inoltre, è utile anche per superare altri problemi psicologici che possono essere sorti dopo il trauma, come ad esempio la depressione, i disturbi d'ansia, l'isolamento sociale o, viceversa, l'impossibilità a rimanere da soli.

  • La persona viene guidata a superare gradualmente tutte le sue difficoltà e a riprendere tutte le sue attività. In alcuni casi, come ad esempio quando la persona ha subito anche dei traumi fisici che hanno prodotto degli effetti duraturi, lo psicologo aiuta la persona a capire come poter riorganizzare la propria vita in funzione dei cambiamenti avvenuti.

Consulenze online

Privacy
La Dott.ssa Bonaccini e la Dott.ssa Di Paoli svolgono l'attività in modo individuale e autonomo collaborando nel sito alla divulgazione di materiale informativo di carattere psicologico

©2020 di GruppoHito. Creato con Wix.com