• GruppoHito

COSA FARE CON I BAMBINI E GLI ADOLESCENTI AI TEMPI DEL COVID-19?

Aggiornato il: 16 apr 2020

Cari genitori, in questo periodo vi trovate ad affrontare un periodo difficile e non sempre è facile spiegare ai nostri figli, sia che essi siano bambini o adolescenti, tale situazione. La quarantena forzata porta ad entrare in contatto con aspetti che non pensavamo mai di dover vivere. Ci si ritrova con un’estrema apprensione e paura per il futuro, i pensieri incombono come una nube oscura. Ci si ritrova a tener fronte non solo alle solite esigenze di routine quotidiana, quali pulizia della casa, fare la spesa, lavorare (ove è possibile), ma anche ad affrontare la relazione con i propri figli, stanchi, insofferenti quanto noi per la situazione che si sta vivendo. Per fortuna i bambini hanno un’ingenuità innata, che li porta a vedere il mondo più roseo di quello che effettivamente è, ed è giusto così.

Ma, non dimentichiamoci che non sono stupidi! Loro capiscono molto bene il periodo che si sta vivendo! E guardano il nostro modo di reagire per farsi un’idea di quanto bisogna preoccuparsi. Quindi che fare? come affrontare questa situazione? Cosa fargli fare?

Allora andiamo per gradi.


Come primo step, è importantissimo spiegare la situazione, senza usare paroloni, o far trasparire troppa ansia e agitazione, se pensate di essere troppo emotivi per farlo, delegate il vostro compagno o compagna.

Parlare di argomenti, potenzialmente traumatici, non è mai semplice, quindi è importante essere onesti, perché il lasciare intendere, tal volta, fa più danni del dire come stanno le cose. I bambini o gli adolescenti, creano fantasie intorno all'evento, tal volta ingigantendolo, a tal punto da procurarsi ansie e timori. Quindi la cosa migliore per affrontare tale argomento è quello di dire “una verità infiocchettata”, ossia dire la verità, ma concludendola sempre con un elemento positivo, che dia speranza.

Esempio “Sai amore, stiamo tutti a casa perché c’è il Coronavirus, è importante stare attenti, e uscire poco, almeno guariranno tutti e torneremo ben presto a giocare tutti insieme!”

Naturalmente, i modi per dire questa cosa sono infiniti e molteplici, scegliete voi il modo e il momento, ricordando di farlo nella maniera più serena possibile (ricordate: se foste sopraffatti dall'ansia il bambino leggerebbe solo la vostra ansia!).

Con gli adolescenti si può essere più realistici, ma non dimentichiamoci che non sono ancora adulti e in qualche modo vanno protetti e rassicurati anche loro. Evitiamo gli scambi di ruolo e quindi che siano loro a farsi carico delle ansie e delle paure dei genitori. È normale che in un periodo di insicurezza chiedano più attenzioni, è tipico ad esempio degli adolescenti, cercare il senso di protezione facendo richieste di cura, ed è quindi probabile che all'improvviso accusino anche un banale mal di testa e richiedano un aiuto in più da parte del genitore.

Non sminuiteli!

È una loro richiesta di attenzione e rassicurazione!

Accoglietela, con fermezza e calore ma ricordatevi che sono adolescenti e non bambini!


Secondo step cosa fargli fare?

È importante dedicargli del tempo, non ci sono scuse, ora più che mai, potete affrontare questo tempo di quarantena con i vostri figli! Forza e coraggio! Facendogli fare le cose giuste saranno più collaborativi e meno insofferenti.

Un concetto che vale sia per i bambini che per gli adolescenti è fargli fare qualcosa che gli piaccia, che attiri la loro attenzione e li stimoli. Infatti, se fanno cose per loro troppo semplici, rischiano di annoiarsi, diventando aggressivi e capricciosi, mentre quando si sentono sopraffatti da un compito si sentono ansiosi.

Se quello che fanno, invece, genera a loro piacere, ci si dedicheranno con interesse, riservandogli molto tempo. Come fare a scoprirlo? Basandosi sulla Teoria delle Intelligenze Multiple di Gardner, ogni soggetto ha delle predisposizioni innate, che lo portano a eccellere o a essere più portati in certe attività, comunicative, musicali, espressive, corporee ecc. Notate cosa suscita spontaneamente più interesse ai bambini o i ragazzi.

Notate che vostro figlio sta sempre in camera ad ascoltare la musica? Bene, assecondatelo. Notate che al vostro bambino piace costruire castelli con i lego? Bene, assecondatelo.

Non importa cosa piace fare a voi in quel momento, ci saranno altre occasioni per spiegare ai vostri figli che è giusto fare le cose che piacciono a tutti. In questi momenti dovete far in modo che loro siano a proprio agio con un’attività che, li faccia entrare in uno stato di flusso, che li tenga occupati e li soddisfi allo stesso modo.

Ragioniamo, è inutile che dite a vostro figlio, facciamo un disegno quando lui si annoia palesemente, avrete solo il risultato opposto.


Avrete notato che ho parlato di attività da fare insieme. Premettendo che ogni bambino e adolescente è un universo a parte, sarà probabile che la vicinanza a voi li porti a cercare più attenzioni, vuoi per sentirsi rassicurati, ricordiamoci che stiamo in una situazione di emergenza, vuoi perché vi vedono più del solito.

Dedicargli del tempo potrà essere stancante, ma cosa c’è di più gratificante di vedere il sorriso di vostro figlio?

Le attività da fare con gli adolescenti sono un pò più complicate. Se chiedono di stare da soli, lasciateli da soli, ma se notate dell’insofferenza, proponete delle attività che li facciano sentire adulti, e responsabili “Aiuta tuo fratello con i compiti, sai che per lui sei un punto di riferimento!”, “Prepariamo la cena, decidi te il menu!” “Tesoro, vediamo un film insieme”.

Attenzione, non ci deve essere inversione di ruoli, ma diamogli quel senso di controllo minimo e graduale che li aiuta a sentirsi importanti e necessari. Ciò aumenta la "self efficance"(l'autosufficienza), si sentiranno riconosciuti per la loro importanza e collaboreranno con positività. Non scoraggiamoci al primo no! Sono adolescenti!

Ps. evitiamo critiche asettiche e giudizi “Sei il solito nulla facente…io alla tua età!" meglio di no! Soprattutto in questo periodo, in cui l’armonia famigliare è tutto.

E voi cosa fate durante la giornata? Avete delle attività da raccontarci?

Per qualsiasi cosa siamo a vostra disposizione.

Dott.ssa Laura Di Paoli

#COVID19 #bambini #adolescenti #emergenza #genitori #Gardner #intelligenza

84 visualizzazioni3 commenti

Post recenti

Mostra tutti