• GruppoHito

PERDERE PESO: IL RUOLO DELLO PSICOLOGO

Aggiornato il: 1 apr 2020

Quante volte vi sarete chiesti il perché quella dieta con voi non funziona, magari spendendo tanti soldi per cure, trattamenti, tisane (e molto altro).

Magari, in alcuni casi, i risultati sembrano arrivare i primi tempi, e nemmeno così soddisfacenti e al termine del ciclo, vi ritrovate ancora una volta con quei chiletti di troppo.

La risposta potrebbe celarsi sul fatto che la semplice dieta non basta! Per migliorare il comportamento alimentare, bisogna ragionare su una sinergia tra esperto della nutrizione e psicologo.

Perché è importatene il ruolo dello psicologo? La risposta è abbastanza semplice, nutrirsi è prima di tutto un comportamento, e come tale va educato, riabilitato.

Infatti proviamo a ragionare insieme, imparare un comportamento alimentare, che potrebbe implicare, per esempio il non cedere alle tentazioni dopo una giornata stressante, ha effetti più a lungo termine, che fare il semplice compitino di seguire un elenco di cose da dover mangiare o meno.

Però, è necessario partire dal presupposto che ci vuole impegno, imparare implica motivazione, coscienza, e volontà. Nell'immaginario comune al termine dieta si associa il concetto di perdita di peso, ma ciò non risolve l’obiettivo a monte in quanto, una volta raggiunto il traguardo di aver perso quei chili di troppo, si ritorna alle vecchie abitudini, non risolvendo di fatto il problema. Inoltre, dobbiamo considerare che il cibo veicola le emozioni, si pensi che è il primo canale che lega la mamma con il suo bambino, tramite l’allattamento. Potete immaginare quindi, quanto l’atto del nutrirsi sia immerso di significati emotivi, affettivi, di protezione e accudimento. Per questo molte volte si tende a buttarsi sul cibo, per trovare consolazione a giornate o situazioni stressanti.

Quindi, lo psicologo risulta fondamentale per trattare aspetti emotivi, motivazionali e comportamentali che possono derivare dal legame con le nostre figure di attaccamento, o da altri fattori legati alla propria storia personale.

Lo psicologo rappresenta un modo per esplorarsi dentro, per conoscersi, e solo dopo aver sbloccato questo lucchetto, si potranno aprire altre porte, che portano alla consapevolezza del mangiare. Il sapere perché si mangia, come lo si fa, quando lo si fa, o perché non lo si fa, porterà automaticamente, con il giusto impegno, ad adottare uno stile di vita più sano, vedendosi meglio, perché il corpo risponderà al vostro prendersi cura.

Generalmente quando l’esperto della nutrizione, collabora con lo psicologo, l’iter consiste in una prima visita con entrambi, il nutrizionista fa l’anamnesi, quindi si tiene presente se ci sono disturbi clinici congeniti, per esempio problemi alla tiroide o diabete, successivamente, si prenderanno le misure del corpo e il peso, per vedere l’indice di massa corporea.

La durata varia da un'ora e mezza a due ore. Lo psicologo inizia con un colloquio conoscitivo, farà un anamnesi iniziale, si delineeranno i ruoli e gli obiettivi e infine parlando emergeranno tutti gli elementi che sarà opportuno approfondire.

Ci sono approcci molto utili come la MB-EAT (Mindfulness Based Eating Awarness Training), in cui si applica la Mindfulness ai comportamneti alimentari.


Ma cosa si può fare da soli?

Prova a fare un Diario Alimentare. Come fare? Semplice!


Prendete un quaderno o un agenda, scrivete giorno per giorno quello che mangiate, anche gli spuntini, appuntate l’ora e il luogo. Per ogni pasto fate caso alle emozioni che provate (sei in ansia, sei triste?), se siete distratti, (guardare tv, scrivere tastiera del pc), se vi piace o no quello che è sul piatto. In più scrivete un piccolo commento.

A cosa serve? A prendere coscienza del vostro comportamento alimentare, già a primo sguardo, vi permetterà di notare tutte quelle piccole abitudini sbagliate, che si possono correggere, oltre a notare l’emozione base prevalente che permea ogni vostro pasto.

Per avere risultati migliori vi consiglio comunque, di parlare con uno psicologo.


Che ne pensate? Scriveteci le vostre esperienze con il cibo e le diete, saremo liete di ascoltarvi, e dove possibile darvi una mano.


Dott.ssa Laura Di Paoli



16 visualizzazioni2 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Consulenze online

Privacy
La Dott.ssa Bonaccini e la Dott.ssa Di Paoli svolgono l'attività in modo individuale e autonomo collaborando nel sito alla divulgazione di materiale informativo di carattere psicologico

©2020 di GruppoHito. Creato con Wix.com