• GruppoHito

TRADITI O TRADITORI... L'INFEDELTA' CHE COLPISCE

Aggiornato il: 3 apr 2020

Lavorando con le coppie non posso fare a meno di riscontrare come sia tutt’altro che semplice oggi, nonostante un forte sentimento, nutrire una sana vita di coppia.

Infatti le difficoltà possono sorgere ovunque, anche nelle cose banali.

Una di queste difficoltà che per le coppie risulta essere tutt’altro che banale è il tradimento.

Subire un tradimento è un fenomeno abbastanza comune, secondo alcune ricerche, infatti, 1 partner su 5 tradisce.

Il motivo scatenante, spesso, non esiste, piuttosto nella maggior parte dei casi ci sono diversi fattori che portano una persona a tradire il proprio partner.

Si tradisce perché si è insoddisfatti della propria relazione, per noia, per ripicca, per aumentare la propria autostima, perchè non se ne può fare a meno…

Si tradisce occasionalmente o si finisce per costituire una vera e propria vita parallela.

Quindi, in altre parole, una persona tradisce perché non è riuscita a resistere ad una tentazione o addirittura perché si innamora della persona con cui tradisce ma non riesce a chiudere la relazione con il suo partner, perciò piuttosto che affrontare la situazione vive due storie contemporaneamente.


Avendo studiato psicologia dell’evoluzione vorrei evidenziare come il significato di infedeltà cambi con il cambiare dell’età. Ogni periodo di vita che sia l’adolescenza o l’età adulta vede il tradimento in modo diverso.

L’adolescente tradisce per affermarsi, per sperimentare o per cercare approvazione.

Il giovane adulto tradisce per fuggire, spesso, dalle proprie responsabilità, perché ha la sensazione che l’impegno intrapreso con il proprio partner sia troppo pressante perciò cerca un modo per distrarsi rivendicando la propria libertà.

I soggetti di mezza età (ai quali dedicherò un articolo più approfondito) tradiscono per godere di una seconda giovinezza e per ricercare una gratificazione personale, in quanto si sentono ancora attraenti nottante il passare degli anni.


E’ stato riscontrato in varie ricerche che si tradisce di meno nella fase d’innamoramento piuttosto che, quando la relazione è ormai salda. Questo perché nella fase d’innamoramento c’è più coinvolgimento e passione mentre quando l’amore matura e non si hanno più le cosiddette “farfalle nello stomaco” una persona viene vista per quello che è realmente con i suoi pregi ma soprattutto difetti, perciò c’è più probabilità di essere infedeli.


Esistono 3 fasi del tradimento:

La fase in cui il tradimento viene fantasticato;

La fase in cui il tradimento viene agito;

La fase in cui il tradimento viene scoperto.

La fase della scoperta ci porta a spostare lo sguardo su colui che subisce il tradimento.


Spesso quest’ultimo uomo o donna che sia viene travolto da una moltitudine di emozioni e una serie di reazioni psicologiche che vanno da un senso di solitudine, a confusione, tristezza, rabbia, gelosia, rammarico, disperazione e dolore estremo. In aggiunta a questo il tradimento è accompagnato anche da sintomi fisici come insonnia, incubi, stanchezza, difficoltà di concentrazione, tachicardia, agitazione, dolori, tensione muscolare. Per alcune persone il tradimento rappresenta un trauma psicologico che può essere vissuto addirittura come un vero e proprio lutto, soprattutto se concomitante alla fine della relazione.

Spesso ci si chiede se il partner ha mai provato un sentimento sincero o è stata tutta una finzione.

E’ come se il castello che ci si è costruiti, con impegno e dedizione, durante la fase d’innamoramento in un istante crollasse.

Molti descrivono questa sensazione come l’improvvisa mancanza di terreno sotto i piedi, si viene divorati dal dolore.

Fino ad un momento prima si credeva di conoscere tutto della persona che si aveva accanto, ma in un attimo quell’intimità e famigliarità sono spariti, l’altro è divenuto uno sconosciuto.


Scoprire un tradimento non è un'esperienza facile da elaborare ma possiamo mettere in pratica degli accorgimenti che possono aiutarci a farlo.


1) AFFRONTARE LA QUESTIONE PARLANDONE. Se si decide di interrompere un rapporto di coppia è bene affrontare i propri vissuti;


2)DEDICARSI A SE STESSI; OGNUNO REAGISCE IN MODO DIVERSO ALL’ESPERIENZA, QUINDI ASCOLTIAMO NOI STESSI E NON I GIUDIZI DEGLI ALTRI;


3)CHIEDERE AIUTO SiA SE LA COPPIA DECIDE DI PRENDERE DUE STRADE DIVERSE SIA SE DECIDE DI RIMANERE INSIEME.


Alcuni autori come Hilmann sostengono che il tradimento subito sia un mezzo che favorisce la crescita e la formazione dell’autonomia individuale.

E’ un affermazione forte pensando a quanto una persona possa star male dopo aver subito un tradimento…


Ma cosa vuole dire precisamente l’autore?

Due persone fanno della loro relazione un proprio habitat, ossia si fondono e spesso creano un tutt’uno fondato sulla fiducia. Ecco è proprio infrangendo quella fiducia primaria, a permettere l’evolversi della relazione, ma soprattutto a insegnare ai due a distinguere l’altro dal Sè. Quindi, questo porterebbe il singolo a comprendere di poter vivere da solo in autonomia a prescindere dai sentimenti dell’altro.


Vorrei però evidenziare anche che in molti casi scoprire un tradimento è una scelta, molte persone scelgono di non voler sapere, per paura di affrontare tutte le sofferenze che ne conseguono.

Anzi molti matrimoni funzionano proprio intorno ad un tradimento, i coniugi trovano un loro equilibrio nell’infedeltà.


Cosa ne pensi?

Sei mai stato tradito? Quali cambiamenti senti ci siano stati in te a seguito di questa esperienza?


Esistono vari tipi di tradimento: i tradimenti di tipo emotivo, virtuali, coniugali, nelle chat, nei sogni, occasionali…

Non possiamo sapere quale di questi è più doloroso ma secondo la mia esperienza la coppia o il singolo individuo che vivono un tradimento meritano di uscire da questa esperienza negativa elaborandola per vivere al meglio l’amore in futuro.Superare un tradimento è possibile ma è un percorso lungo e tortuoso che prevede di affrontare emozioni forti come il dolore e la rabbia.


Hai una relazione e senti che qualcosa non va?

Hai tradito o sei stato tradito e hai bisogno di aiuto per affrontare questa esperienza o semplicemente senti la necessità di condividerla con qualcuno?

Contattaci insieme possiamo affrontarlo.


Dott.ssa Bonaccini Martina



25 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Consulenze online

Privacy
La Dott.ssa Bonaccini e la Dott.ssa Di Paoli svolgono l'attività in modo individuale e autonomo collaborando nel sito alla divulgazione di materiale informativo di carattere psicologico

©2020 di GruppoHito. Creato con Wix.com